truffa

A 81 anni s’innamora della bella straniera e le consegna 80mila euro

AVIANO – I carabinieri della Stazione di Aviano hanno arrestato Dunia Kosir, 39enne cittadina slovena domiciliata a Pontebba (UD), incensurata, priva di stabile occupazione.
Le indagini sono iniziate all’inizio dello scorso mese di febbraio quando i nipoti di un 81enne di Aviano hanno segnalato ai carabinieri le loro preoccupazioni per i rapporti instaurati dal loro parente con un’avvenente donna straniera. I militari hanno accertato che la donna era riuscita a carpire con l’inganno la fiducia dell’uomo (persona affetta da demenza senile ed estremamente sensibile nei confronti di persone in difficoltà), prospettandogli critiche condizioni economiche dovute a suoi problemi di salute e del figlio di 10 anni, nonché all’improvvisa scomparsa dell’anziana madre. Così lo aveva convinto a consegnarle ripetute somme di denaro: l’ottuagenario non si rendeva conto di aver dilapidato nel tempo un patrimonio (oltre 80.000 euro) convinto della buona fede della donna e che il denaro gli sarebbe stato restituito.
Preziosa per i carabinieri si è rivelata l’abitudine dell’anziano di annotare ogni somma di denaro elargitadato che trovava corrispondenza nei frequenti prelievi effettuati dal suo conto corrente a riprova delle continue cessioni di denaro. Probabilmente invaghito dalla 39enne, dimostrando di non essere in grado di valutare razionalmente il comportamento truffaldino attuato nei suoi confronti ieri mattina l’anziano ha consegnato alla donna l’ennesima somma di denaro (ulteriori 180 euro in contanti). I carabinieri di Aviano avevano nel frattempo accertato il castello di menzogne architettato dalla donna (la stessa ed il figlio sono in salute e la madre convive con loro) e l’hanno arrestata mentre si allontanava con il denaro.
Circonvenzione di persona incapace continuata e truffa aggravata dalle condizioni di minorata difesa dell’anziano i reati ipotizzati nei suoi confronti.

 

 

FONTE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *