ViolenzaFigli

Abusa delle figliolette di 4 e 5 anni: la moglie lo incastra con le microspie

La bambina più grande aveva raccontato alla mamma degli strani giochi che faceva papà, un ingegnere 40enne, con loro.
MESTRE – Lo ha scoperto la moglie, piazzando delle microspie all’interno della casa familiare per controllare cosa facesse il coniuge nei momenti in cui restava da solo con le due figliolette, di appena 4 e 5 anni di età. Un insospettabile ingegnere di appena 40 anni, residente nell’hinterland mestrino, è finito così in carcere con la pesante accusa di atti sessuali nei confronti di minorenni e, ieri mattina, si è aperto il processo davanti al giudice per l’udienza preliminare Marta Paccagnella.

Il Pm Massimo Michelozzi ha chiesto la condanna dell’uomo a due anni e otto mesi di reclusione. L’udienza è stata quindi rinviata al prossimo 14 luglio per eventuali repliche e per la sentenza. La vicenda finita sotto accusa risale a due anni fa. La figlia più grande dell’imputato si era confidata con la madre, raccontando di alcuni strani giochi che era solito fare papà.
di Gianluca Amadori

FONTE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *