phishing

Phishing – Torna su Facebook con un click

Spieghiamo brevemente il termine “phishing”: si tratta di una truffa a livello informatico che sfrutta il logo contraffatto di una società per appropriarsi dei dati riservati di terzi (numero della carta di credito, password ecc..)

Ci arriva un’ulteriore email con tentativo di phishing, nel quale ci chiedono di cliccare su un pulsante, aprire il link collegato alla pagina Facebook ed inserire nuovamente le nostre credenziali.

Quello che molti non sanno, è che la pagina aperta non sarà quella ufficiale, ma una pagina fittizia utilizzata al solo scopo di salvare a vostra insaputa, Username e Password e tutte le informazioni contenute all’interno del vostro account. Qui in basso un esempio di quello di cui stiamo parlando (aprire l’immagine per ingrandire):

phishing

Fate molta attenzione a quello che ricevete nella casella della posta, tra le email possono nascondersi molti rischi.

Un trucco semplice per capire se si tratta di truffa, è questo: basta aprire il link che ci è stato inviato e guardare o premere la barra dell’indirizzo, per mostrare l’indirizzo completo. Scopriremo così che non siamo su www.facebook.com ma sulle vere coordinate che il criminale informatico non può camuffare.

 

rubare

Colf ruba 40mila euro in gioielli nella casa in cui lavora: condannata

La donna è stata scoperta da un investigatore privato assunto dai padroni di casa dopo i primi furti. Continua a leggere

indagine

Ruba pellet, operaio infedele smascherato da detective

A far scattare l’indagine il titolare di un’azienda con sede in una frazione di Cuneo Continua a leggere

falso invalido

Avezzano, truffa all’Inps: arrestati falsa invalida e il suo medico

Approfittando di un ictus avuto nel 2014, la donna di 44 anni ha finto gravi conseguenze grazie anche al supporto del dottore – un sulmonese di 57 anni – che l’assisteva con la carrozzella quando doveva affrontare la visita collegiale. Con questo espediente la donna ha ottenuto due assegni mensili. Ora lei è all’estero, il medico ai domiciliari  Continua a leggere

furti

Commissionava furti di pellame: imprenditore condannato

PISA. Resta la condanna a tre anni per furto aggravato a carico dell’imprenditore Andrea Tabani, 58 anni, pratese, in passato titolare di un calzaturificio a Fucecchio e poi uno nella zona industriale di Ponticelli a Santa Maria a Monte. Continua a leggere