Insubordinazione e licenziamento

Non sono rari i casi in cui, in momenti di rabbia o nervosismo, si risponda in malo modo al proprio datore di lavoro. Spesso, tuttavia, ci si sente giustificati alla luce di un clima di tensione o da continue richieste esorbitanti rispetto al proprio contratto. Quali possono essere le conseguenze in caso di insubordinazione al datore di lavoro?  Si può essere licenziati nel caso in cui ci si rifiuti di eseguire un ordine del proprio capo? Sul punto è intervenuta più volte la giurisprudenza con una serie di sentenze che definiscono i limiti dei poteri del datore e le facoltà del dipendente. Continua a leggere

truffa

Dipendenti regionali indagati per truffa

La recente conclusione dell’indagine svolta nei confronti di ben quattordici dipendenti regionali del Friuli Venezia Giulia iniziata dal 2017 fa presupporre la possibilità di reato per truffa ai danni di ente pubblico e false attestazioni di presenza.
Continua a leggere

falsa malattia

Padova, agente del carcere fa il pizzaiolo ma era in malattia con certificato

Sorpreso al lavoro “Dall’Imperatore” all’Arcella, in due anni ha totalizzato 200 giorni di assenza. Il pm Sergio Dini l’ha indagato per truffa

Continua a leggere

legge 104

La Corte dei Conti del Veneto dichiara caccia ai “furbetti della 104”

L’attenzione della Corte dei Conti del Veneto, in occasione dell’apertura dell’anno giudiziario 2018, si è focalizzata sugli sprechi connessi all’utilizzo improprio dei permessi derivanti dalla legge 104/92. Tale legge concede ai dipendenti il diritto di tre giorni al mese di permesso retribuito per sé (in caso di invalidità) o per l’assistenza di parenti invalidi.

Sfortunatamente è molto frequente l’utilizzo di tali permessi a puro scopo privato e personale.

Considerando, dunque, l’importante numero dei “furbetti della 104” la Corte dei Conti del Veneto ha incentivato percorsi di indagine in merito all’applicazione di tale normativa all’interno di ambienti di lavoro pubblici e privati (uffici pubblici, scuole, aziende).

L’improprio utilizzo dei permessi previsti dalla legge 104 costituisce una grave violazione degli obblighi di un dipendente e, pertanto, tale filone d’indagine sarà perseguito sempre con maggiore severità a beneficio di chi si impegni, al contrario, di utilizzare tali permessi correttamente.

La CSZ Investigazioni possiede l’esperienza e gli strumenti necessari al fine di scovare i dipendenti scorretti. L’intervento dell’investigatore privato e la raccolta di prove in merito a tale questione potranno essere un elemento chiave di tali percorsi di indagine.

 

visite fiscali

Nuove procedure di accertamento delle assenze per malattia

Il decreto n. 206 del 17 ottobre 2017 che entrerà in vigore a partire dal 13 gennaio 2018 stabilisce le nuove procedure di accertamento delle assenze per malattia e definisce nuovamente le reperibilità.

A partire da gennaio 2018 la visita fiscale potrà essere richiesta dal datore di lavoro o dall’Inps fin dal primo giorno di malattia, anche nei giorni festivi. Continua a leggere