tradimento

L’informatica forense e il recupero dati

L’informatica forense (digital forensics) è la scienza che studia il trattamento di un dato digitale e, in seguito, la sua trasformazione in prova producibile in giudizio.
I dati possono essere estratti da computer, cellulari, smartphone, server, tablet e dispositivi elettronici fissi e mobili. Continua a leggere

spionaggio industriale

Spionaggio industriale: come difendersi

Lo spionaggio industriale è un’attività illecita volta all’acquisizione non autorizzata di informazioni industriali, commerciali e segreti propri di altre aziende. Continua a leggere

investigatore

L’Investigatore Privato a caccia dei finti malati

Impossibilitato a svolgere il suo lavoro di autista a causa di una lombalgia acuta che lo costringeva in malattia, era però in grado di svolgere lavori di manutenzione sul tetto della propria abitazione. Continua a leggere

furto

Si sveglia con la pistola puntata in faccia: «Ora dacci tutti i soldi»

VOLTABAROZZO – Sono arrivati nel cuore della notte, mascherati, forse a colpo sicuro. Hanno agito rapidamente e, raggiunto l’obiettivo, altrettanto rapidamente sono spariti. È accaduto ieri notte, in via Pisani a Voltabarozzo, in una zona residenziale tranquilla. Un angolo di Padova la cui pace è stata turbata da una rapina ai danni di un anziano. Era circa l’una di notte quando due rapinatori, di cui uno armato di pistola, hanno assaltato a volto coperto una villetta che sorge proprio in fondo alla via. Entrati in casa hanno minacciato Giovanni Pistello, pensionato settantasettenne in quel momento solo, con la pistola. Hanno chiesto all’anziano le chiavi della cassetta di sicurezza e il padrone di casa, in preda al panico e sotto la minaccia dell’arma, non ha potuto far altro che obbedire all’ordine dei malviventi. I due hanno arraffato quattromila euro che si trovavano nella cassaforte e si sono dileguati in pochi minuti, senza portare via niente altro dall’abitazione.

 

di Massimo Zilio

 

FONTE

lavoro in nero

Veritas licenzia l’autista furbetto: in malattia, faceva l’istruttore sportivo

Dopo numerose assenze, l’azienda ha deciso di farlo pedinare e ha scoperto il doppio lavoro in nero

VENEZIA. Per l’azienda era a casa in malattia, con un piede infortunato: ma lui tranquillamente continuava a fare l’istruttore sportivo, il suo secondo lavoro. I detective di Veritas lo hanno seguito, fotografato e l’azienda lo ha licenziato in tronco. Continua a leggere