Stalking

Lettere d’amore e spionaggio col binocolo: denunciato per stalking

La vicenda vede coinvolti una 32enne, barista in un locale di Saonara, e un 60enne, entrambi originari di Campolongo Maggiore. La donna, esasperata da quelle attenzioni morbose, ha portato l’uomo in tribunale

Talvolta, il confine tra amore e ossessione può essere davvero labile. Ne è un esempio la vicenda che vede coinvolti una 32enne, barista in un locale di Saonara, e un 60enne, entrambi originari di Campolongo Maggiore, nel Veneziano. Perdutamente innamorato della giovane, l’uomo avrebbe iniziato ad importunarla con delle lettere (consegnate a mano o lasciate sul parabrezza della sua auto), per poi arrivare persino a spiarla da lontano con un binocolo.

ATTENZIONI “MORBOSE”. I fatti sarebbero iniziati nel 2012, come riportano i quotidiani locali, nel locale dove lavorava la giovane, e si sarebbero protratti per anni. Fino a quando, esausta e spaventata da quelle attenzioni morbose, la donna avrebbe deciso di denunciare il 60enne per stalking. Martedì mattina si è svolta l’udienza preliminare, nella quale è stata mostrata al giudice l’ultima missiva scritta dall’uomo al suo “bocciolo di rosa”. Nei suoi confronti è stata chiesta una perizia psichiatrica.

FONTE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *