Insubordinazione e licenziamento

Non sono rari i casi in cui, in momenti di rabbia o nervosismo, si risponda in malo modo al proprio datore di lavoro. Spesso, tuttavia, ci si sente giustificati alla luce di un clima di tensione o da continue richieste esorbitanti rispetto al proprio contratto. Quali possono essere le conseguenze in caso di insubordinazione al datore di lavoro?  Si può essere licenziati nel caso in cui ci si rifiuti di eseguire un ordine del proprio capo? Sul punto è intervenuta più volte la giurisprudenza con una serie di sentenze che definiscono i limiti dei poteri del datore e le facoltà del dipendente. Continua a leggere

Le “truffe romantiche”

È in costante aumento il fenomeno delle cosiddette “truffe romantiche”, situazioni in cui falsi soldati, medici, ingegneri di origine straniera chiedono ed estorcono denaro a donne ignare e spesso vulnerabili.

La dinamica più comune è l’aggancio della vittima sui social network. Continua a leggere

drone spia

Piove di Sacco, la spiava con il drone: arrestato per stalking

Un operaio di 53 anni ai domiciliari per atti persecutori nei confronti di una conoscente. Intervento dei carabinieri Continua a leggere

truffa

Dipendenti regionali indagati per truffa

La recente conclusione dell’indagine svolta nei confronti di ben quattordici dipendenti regionali del Friuli Venezia Giulia iniziata dal 2017 fa presupporre la possibilità di reato per truffa ai danni di ente pubblico e false attestazioni di presenza.
Continua a leggere

separazione

Il coniuge che non paga l’assegno rischia il carcere

È recente l’affermazione dell’obbligatorietà dell’assegno di mantenimento a moglie e figli in tutti i casi, anche in un contesto di un provvedimento provvisorio di separazione tra i coniugi. Il mancato adempimento costituisce dunque la violazione di una norma penale che prevede una multa o il carcere fino a un anno.  Continua a leggere