soldi

No agli alimenti ai figli che non cercano lavoro

Com’è ormai ben noto, i presupposti a giustificazione della richiesta degli alimenti comprendono lo stato di bisogno effettivo del richiedente, l’impossibilità lavorativa dello stesso ed infine la necessità che il soggetto a cui il mantenimento è richiesto possieda un reddito sufficiente per poter corrispondere gli alimenti.

La situazione relativa all’occupazione del figlio tuttavia ha posto un’eccezione in tale contesto. A tal proposito, nel caso in cui il figlio non abbia un lavoro, non dimostri di volerlo trovare oppure nel caso in cui rifiuti un’occasione lavorativa proposta, non vi sarà alcun obbligo da parte del genitore di pagare gli alimenti. Al contrario, nel caso in cui il figlio esibisca prove utili che possano dimostrare dei tentativi concreti messi in atto per trovare un lavoro (come ad esempio l’iscrizione al centro per l’impiego), il genitore sarà tenuto a concedere gli alimenti.

La CSZ Investigazioni ricava prove utili a verificare una possibile attività lavorativa connessa a tale scopo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *