legge 104

Permessi 104: l’abuso porta al licenziamento per giusta causa

Il licenziamento per giusta causa del lavoratore che abusa dei permessi della Legge 104 è legittimo. Ecco la decisione della Cassazione.

Il lavoratore che ha diritto a fruire dei permessi relativi alla Legge 104/92 non può abusarne utilizzando solo parte del tempo per l’assistenza al familiare. La Cassazione conferma difatti che questa violazione costituisce per l’azienda una causa di licenziamento legittima. Ecco i fatti, ma prima chiariamo chi sono i beneficiari della legge-quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate, principale normativa di riferimento in materia di permessi di lavoro retribuiti nel nostro Paese.

Chi ha diritto ai permessi della Legge 104?

I beneficiari della legge 104 sono le persone che presentano una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione. Sono ammissibili ai benefici della legge anche i congiunti dei disabili.

I permessi retribuiti possono essere richiesti al proprio datore di lavoro, pubblico o privato, da:

  • disabili con contratto individuale di lavoro dipendente;
  • coniuge lavoratore dipendente;
  • genitori lavoratori dipendenti;
  • parenti o affini entro il terzo grado lavoratori dipendenti.

 

FONTE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *