Furti Mediaworld

Shopping gratis al MediaWorld Così i dipendenti “arrotondavano”

MESTRE – Rubava iPhone, telecamere, cuffie, auricolari e via di seguito. Tutto materiale costosissimo che trafugava dai magazzini e si portava poi a casa.
Ad avere sospetti che il ladro fosse uno dei loro dipendenti sono stati i responsabili del punto vendita MediaWorld che si trova a Marghera all’interno della Nave de vero. Troppa merce costosa negli ultimi mesi era sparita dagli inventari.
Hanno quindi deciso di fare denuncia ai carabinieri per fare definitiva chiarezza su quanto stava accadendo. Così hanno scoperto che il dipendente infedele non era uno, bensì due.

Due giovani poco più che ventenni che arrotondavano lo stipendio con la merce che rubavano dal posto di lavoro.La conferma è arrivata domenica sera, all’incirca alle 19 e 30, quando i due hanno concluso il turno del lavoro. I carabinieri della compagnia di Mestre in un primo momento hanno bloccato un 22enne e proprio all’interno della sua automobile hanno trovato una parte di refurtiva. La perquisizione è poi proseguita nella sua abitazione a Campalto e qui hanno trovato il resto della merce. A questo punto si è scoperto che il 22enne non lavorava da solo, ma in coppia con un collega. I due giovani pensavano di poter approfittare del libero accesso che avevano ai magazzini per potersi portare a casa un po’ di merce.

Alla fine i due giovani, finora incensurati, sono stati denunciati per furto in concorso. Oltre, ovvio, a ritrovarsi senza posto di lavoro.

 

di Raffaella Ianuale

FONTE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *