minacce

Si finge incinta: “O mi paghi o ti faccio picchiare”. Condannata

Cantante albanese aveva minacciato imprenditore padovano con cui aveva avuto una relazione: “O mi dai 300mila euro o ti mando i miei fratelli”

PADOVA. Condannata a due anni e quattro mesi la cantante albanese Mirela Qato, per estorsione a un impresario edile di Gazzo Padovano, con fabbrica anche a Sandrigo. Avevano una relazione, lei aveva detto di essere rimasta incinta, e pretendeva soldi e beni (un appartamento) per un valore di 300.000 euro. Per questo aveva minacciato l’imprenditore: o mi paghi o ti faccio picchiare dai miei fratelli.

A quel punto lui ha organizzato una trappola con i carabinieri di Cittadella, che l’hanno arrestata nell’estate del 2015. Oggi la sentenza in abbreviato davanti al Gup di Padova. La cantante albanese risiede a Cornedo Vicentino.

 

FONTE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *