ricatto

“Paga o mostro le nostre foto a tua moglie”. Arrestata nel Veneziano

I carabinieri hanno ammanettato un’avvenente cinquantenne che si era portata a casa un uomo sposato. Poi aveva cominciato a ricattarlo. Lui ha pagato la prima volta. Poi ha chiesto aiuto ai militari Continua a leggere

circonvenzione d'incapace

Milano, tenta di sposare 82enne: badante bloccata sull’altare e denunciata per circonvenzione

L’allarme dato dal personale del Comune. In una nota per la polizia aveva scritto: “Attenzione, lo sposo fatica a capire le cose”. L’anziano, senza parenti in vita, convinto a diventare musulmano Continua a leggere

denaro

Disabile sedotto e truffato: «Mi hai messa incinta» e vuole 60mila euro

CASTELFRANCO – Sedotto e derubato. Brutta avventura per un disabile convinto di aver messo incinta una ragazza di 23 anni. Un piano studiato dalla donna e da alcuni parenti, nei minimi dettagli. Ad essere denunciati, oltre alla giovane, anche la sorella e tre uomini, tra cui padre e figlio. Devono rispondere di truffa, estorsione e circonvenzione di incapace.

La vicenda comincia nel gennaio del 2015 quando ragazza conosce il disabile, che per altro è sposato con una prostituta cinese e inizia con lui una relazione. Rapporti sessuali, non completi. Ma evidentemente non basta, visto che la ragazza dichiara di essere rimasta incinta  e inizia a chiedere all’uomo soldi per le visite prima e per abortire poi. Ed è stata questa ultima esosa richiesta, 10 mila euro, a convincere il 45enne, ormai sul lastrico (pare abbia versato circa 60mila euro) di rivolgersi ai carabinieri. Ad incastrare i cinque malviventi sono state le intercettazioni telefoniche, le registrazioni ambientali e i movimenti bancari.

 

FONTE

amante

Investe con la propria automobile l’amante mentre al suo fianco è seduta la moglie

L’incidente, sulla cui dinamica sono in corso accertamenti, è avvenuto sabato pomeriggio in via della Fonte a Marghera. La donna è stata portata in ospedale per un trauma alla gamba Continua a leggere

alimenti

Paga gli alimenti all’ex moglie con pizze e focacce, il giudice lo assolve

PADOVA –  Un padre divorziato può pagare gli alimenti della figlia all’ex moglie offrendo capricciose, calzoni, prosciutto e funghi, diavole e quattro stagioni? Continua a leggere