ANCL Associazione Nazionale Consulenti Lavoro

Nel succedersi degli anni, si è marutato in maggior misura la facoltà di umanizzare e sensibilizzare l’interfaccia diretta e paraverbale tra datore di lavoro e cliente.

Ciascuno di coloro che si è relazionato con la nostra Agenzia Investigativa, ha riportato in esame argomenti confidenziali di estrema rilevanza personale da sviluppare in ricerche e approfondimenti mirati.

Lo scambio di una corretta comunicazione basata sulla fiducia e la serietà lavorativa hanno contribuito negli anni a mantenere viva la connessione di Clienti divenuti per noi oggi, motivo di grande soddisfazione personale e aziendale.

Ciò che mantiene alto e fluido il meccanismo lavorativo, e l’esatto funzionalmente del cuore della nostra Agenzia, è il corretto approccio delle informazioni che vengono adoperate e protette dal nostro vincolo di rispetto, della riservatezza e della privacy a cui ogni singolo dipendente, ne è soggetto all’interno dell’azienda.

 

Da qui a 5 anni addietro, nell’anno 2015, la CSZ Investigazione sviluppò una conferenza cui tema si articolava nel: “l’Azione Investigativa Privata del Datore di Lavoro”.

Le tematiche tratte in esame con scrupolo e rigore registrarono particolare interesse e partecipazione da coloro che in seguito sarebbero divenuti nostri clienti.

Clienti che si recarono di seguito alla CSZ Investigazioni nella richiesta di indagine a impronte mirate e specifiche nel loro personale interesse di vita quotidiana.

 

Per citare alcuni macro-servizi vi si trovano:

infedeltà coniugale, maltrattamento animale, circonvenzione d’incapace, rintraccio di persone scomparse, bonifiche ambientali, recupero dati e ricerche d’altra natura.

CSZ Investigazioni

ANCL Associazione Nazionale Consulenti Lavoro – Unione provinciale di Padova
 Il Punto del Lunedì © Gli approfondimenti dell’Ancl

 

“CSZ Investigazioni” non voglia indicare solamente il nome di un’Agenzia, ma un vero e proprio ambiente consolidato sulle dinamiche relazionali. Essa si innalza e si struttura dai continui intrecci e connessioni di relazioni umane ed invidiali.

CSZ Investigazioni

 

Che cosa sono i Virus? Come funzionano i Worm?

Nel mondo dell’informatica un virus è una sezione di codice che viene iniettato in un computer o in un cellulare senza che la vittima se ne renda conto. Le categorie cui appartengono i virus sono ampie e ognuno di essi causa differenti danni. Alcuni portano dei lievi disturbi a livello della funzionalità del dispositivo, ma molte altre dannose e possono seriamente compromettere contenuti come: immagini, video, audio, e-mail, messaggi, etc.

Solitamente i virus viaggiano attraverso dei documenti allegati alle e-mail, oppure all’interno di programmi utilizzati quotidianamente.

Non appena si interagisce all’insaputa con i file malevoli, ecco che queste iniziano a duplicarsi nel dispositivo della vittima, infettandolo e apportando danni.

Diamo uno sguardo al dettaglio:

Che cosa sono i WORM?

I Worm sono una particolare categoria di malware che si differenziano dai Virus poiché non necessitano di programmi escutibili per diffondersi, ma utilizzano le e-mail e le reti del computer per infettare altri dispositivi.

Il primo a teorizzare la natura dei WORM fu il matematico e fisico ungherese John Von Neumann che descrisse nel 1949, di “elementi” in grado di auto-replicare codici di sé stesso.

Nel 1971 venne creato Creeper, il primo worm della storia dell’informatica utilizzato da Thomas Bob per penetrare all’interno della Agenzia di reti avanzate ARPANET.

 

«I’M THE CREEPER : CATCH ME IF YOU CAN.»

Fu il messaggio che appariva nei vari terminali.

E per ultimo, MORRIS WORM, uno dei primi worm di epoca moderna creato nel 1988 dal professore Robert Tappan Morris.

Qual è il metodo di diffusione principale adoperato dai WORM?

Una delle tecniche di diffusione del malware, consiste nell’utilizzare come metodo di veicolazione la Posta Elettronica.

Il Programma maligno sito nel “PC Origine”, inizierà ad acquisire rubriche ove possibile la sua veicolazione. Una volta acquisiti sufficienti indirizzi, ecco che si instaura la diffusione.

 

I Worm vengono occultati all’interno di documenti e PDF allegati alle e-mail. Molto spesso il contenuto scritto viene strutturato in maniera tale da indurre il destinatario ad interagire per interesse sull’allegato. Se ciò avvenisse ecco che per il Worm si presenterà l’opportunità di diffondersi sul nuovo PC Ospite.

Qui si tratta di “social engineering” una tecnica suadente volta a carpire informazioni utili di un individuo.

 

Basti pensare a tutte le e-mail che ci propongo l’installazione di nuovi software, offerte imperdibili e documenti inerenti a pagamenti urgenti da effettuare…

Bisogna dunque prestare attenzione ad interagire con i file di cui si hanno origini incerte. Potrebbe essere compromettente

 

CSZ INVESTIGAZIONI