minacce

Si finge incinta: “O mi paghi o ti faccio picchiare”. Condannata

Cantante albanese aveva minacciato imprenditore padovano con cui aveva avuto una relazione: “O mi dai 300mila euro o ti mando i miei fratelli”

PADOVA. Condannata a due anni e quattro mesi la cantante albanese Mirela Qato, per estorsione a un impresario edile di Gazzo Padovano, con fabbrica anche a Sandrigo. Avevano una relazione, lei aveva detto di essere rimasta incinta, e pretendeva soldi e beni (un appartamento) per un valore di 300.000 euro. Per questo aveva minacciato l’imprenditore: o mi paghi o ti faccio picchiare dai miei fratelli.

A quel punto lui ha organizzato una trappola con i carabinieri di Cittadella, che l’hanno arrestata nell’estate del 2015. Oggi la sentenza in abbreviato davanti al Gup di Padova. La cantante albanese risiede a Cornedo Vicentino

 

FONTE

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ho letto ed accetto la Privacy Policy di questo sito

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.